Quando Togliatti descrisse i profughi istriani come “briganti” e “profittatori”

Dalle colonne dell’Unità, organo del Pci, del 30 novembre 1946 riecheggiava questo messaggio di Togliatti: “Non riusciremo mai a considerare aventi diritto ad asilo coloro che si sono riversati nelle nostre grandi città, non sotto la spinta del nemico incalzante, ma impauriti dall’alito di libertà che precedeva o coincideva con l’avanzata degli eserciti liberatori. IContinua a leggere “Quando Togliatti descrisse i profughi istriani come “briganti” e “profittatori””

No, Netflix non può riscrivere la storia per rabbonire la gioventù di oggi

La pericolosa deriva della pantoclastia odierna non consiste esclusivamente nell’abbattimento delle statue di figure storiche come quella di Colombo o di Hume, poiché essa prosegue – guastando con i suoi tentacoli velenosi – anche la visione della storia nella sua interezza. La pantoclastia odierna si serve di numerosi strumenti: dalla volontà di rivalsa del movimentoContinua a leggere “No, Netflix non può riscrivere la storia per rabbonire la gioventù di oggi”