Speranza chiude (nuovamente) l’Italia con “l’animo sereno”: ecco la banalità del male

L’intervista rilasciata dal ministro Speranza al Corriere della Sera di oggi rappresenta perfettamente ciò che la Arendt definì come “la banalità del male“. Speranza non è di certo una persona sadica o perversa, anzi, è spaventosamente normale. Chiude, chiude, chiude. Non sa fare altro da un anno a questa parte. Distrugge, distrugge, distrugge. Nessun’altra soluzione.Continua a leggere “Speranza chiude (nuovamente) l’Italia con “l’animo sereno”: ecco la banalità del male”