Affanni e tremori

Una mia grande fortuna è che marito vada a fare la spesa. È un’incombenza familiare che detesto e sono sollevata a non dovermene occupare. Fino a ieri. Ieri sono andata al supermercato e il salumiere ha intavolato una discussione sul caro vita che mi ha dato una conferma: acquisti in luoghi differenti. Raccontava di averContinua a leggere “Affanni e tremori”

Fiat vanitas dei

Non sono i Beckham  e neppure i Bennifer. Fossero stati loro non ci avrei fatto caso, al massimo mi sarei limitata a pensare a quanto si confermino belli e ricchi. Invece sono Zelensky e moglie. Sulla copertina di Vogue. Le foto che corredano il servizio mi paiono  agghiaccianti: patinate ma in mezzo alle macerie, lei capelli alContinua a leggere “Fiat vanitas dei”

Enigmatico Iran

In Iran non volevo neanche andarci, io.  Tutto è nato da una tariffa promozionale dell’allora compagnia di bandiera che volava a Teheran. Avevo pregiudizi e preoccupazioni, sia perché non ero mai stata in una repubblica islamica sia perché le difficoltà di organizzazione di un viaggio senza apposita agenzia erano oggettivamente importanti. Non si va inContinua a leggere “Enigmatico Iran”