Kosovo e Serbia non vanno d’accordo, ma non è una novità

Non saranno sicuramente gli scontro al confine di qualche giorno fa motivo sufficiente per far correre i due paesi alle armi. Considerato anche che i territori in questioni hanno visto davvero molto recentemente le conseguenze delle lotte armate in nome di vecchie e rodate contrapposizioni etniche. E non è iniziato tutto una calda estate del 2022.

Che La Serbia di Vučić ed il Kosovo del premier Albin Kurti non siano in ottimi rapporti diplomatici non è una notizia che abbiamo appurato da qualche giorno. Non sono sicuramente stati gli scontri degli ultimi giorni, per un motivo tutto sommato assai più futile di altri a inasprire le relazioni tra i due paesi confinanti (che pure sulle targhe avevano trovato l’accordo lo scorso ottobre) Già diversi mesi addietro, alle elezioni comunali, fu vietato il voto alla etnia serba e qualche mese prima era stato confermato l’embargo sulle merci provenienti da Belgrado.

Dal 2008, anno della dichiarazione di indipendenza, i due paesi hanno avuto relazioni altalenanti che diverse volte sono finite al centro del dibattito Geopolitico. Anche se non è riconosciuto dalla Serbia, una relazione tra quest’ultima e Kosovo ha cominciato a essere formalmente stabilita dal 2012, dopo un periodo di tensione in cui Belgrado stessa, con a capo il Presidente Boris Tadìc, cacciò con effetto immediato dal paese tutti i diplomatici di qualsiasi nazione avesse riconosciuto anche solo formalmente la neonata repubblica Kosovara.

Da allora, lo sforzo della comunità Europea per rinsaldare il dialogo tra i due paesi, in vista magari di un ingresso nell’Unione Europea, non ha avuto effetti significativi sia per l’ostruzionismo Serbo (L’attuale presidente Vučić ha una linea molto intransigente sulla questione ed ogni volta che si aprivano i tavoli dei negoziati il baricentro politico del Paese balcanico si spostava in modo crescente  verso la radicalizzazione nazionalista) sia per la freddezza delle reazioni di Pristìna che già piu di una volta ha mostrato scetticismo sul lieto fine della diatriba, cercando, seppur in maniera grossolana, di mostrare i muscoli (come quando l’ex presidente Hashim Thaçi alla parata militare del 2018 disse: “sono determinato a costituire al più presto le forze armate del Kosovo, e creare alleanze con gli stati vicini) ma non aveva fatto i conti con la sua delicata situazione economica: bastarono le minacce degli Stati Uniti di bloccare 44 milioni di aiuti finanziari per far tornare Thaçi sui suoi passi e far tornare i Kosovari al tavolo dei negoziati.

Quindi no, non scoppierà una guerra e difficilmente sarà questo l’ultimo round della storia infinita di nazioni balcaniche che non vanno d’accordo. Il caso Ucraino ha sicuramente sconvolto l’opinione pubblica ma non è il caso di paventare scontri armati ogni volta che due paesi hanno tensioni tra di loro. Olaf Scholz, nella sua visita a Pristina a giugno, invitò i due paesi a dialogare tra di loro il più possibile proprio per evitare si possa sfociare in logorii nazionalisti ed episodi di intolleranza ingiustificati e ingiustificabili.

Ad attendere sviluppi nella vicenda i soliti protagonisti internazionali: Russia e Cina da parte Serba, Stati Uniti ed Unione Europea dall’altra. Ma per quanto possa essere motivo d’interesse guardare alla penisola Balcanica ed alla sua geopolitica ancor più importante è ricordare che no, non è un escalation di tensione che porterà alle armi, semmai ancora di più un peccato per la cronica polarizzazione delle idee al tavolo dei negoziati.

Pubblicato da Patrick Vernuccio

Laureato in Storia e specializzando, unisce la fotografia ad una passione per tutto ciò che riguarda L'Europa dell'Est.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: