L’infamia della non-curanza, l’amore per la propria Terra

Vandalizzare e imbrattare un patrimonio comune come quello della Scala dei Turchi è sinonimo di come e quanto l’uomo di oggi sia sporco di infamia e cattiveria. Coloro che hanno compiuto tale atto sono affetti di gravi forme di egoismo, megalomania e ignoranza. Al di là della volontà di manifestare un dissenso nei confronti di qualcosa, il gesto compiuto ha lacerato il cuore tutti, compreso quello di questi “geni maledetti”. Si tratta dunque dell’ennesima dimostrazione di come l’essere manca di responsabilità e di come necessitiamo di riformulare e rivalutare il valore di questo sostantivo ormai sconosciuto. Continuare a vivere nella non-curanza, infatti, spianerà la strada ad una lenta demolizione della società.

Di questa vicenda, però, dobbiamo tenere in considerazione e dar valore a chi il buon senso lo ha. Mentre la piaga dei cinquantenni sta lì a “scrollare” con il dito e lo sguardo fisso nel nulla gli innumerevoli video contenenti fake news, un gruppo di ragazzi ha indossato i vestiti più belli che possono esistere, quelli dell’umiltà, della volontà e del coraggio: come dei guerrieri son saliti in cima a con tanta pazienza e forza si son messi a pulire il danno compiuto da chi  questi panni non li ha mai indossati. Lo hanno fatto in silenzio. Lo fanno senza che nessuno vada a ringraziarli. Il loro è un gesto nato dal cuore perché amano la propria terra e vogliono che venga amata nella stessa maniera.

Questi ragazzi hanno dato noi una grande lezione quella del rispetto e di responsabilità: per sè, per l’altro e per ciò che di più inestimabile esiste: la natura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: