C’è un’Italia fiera, che resta in piedi. A testa alta.

C’è un’Italia che si inginocchia, decidendo di postrarsi dinnanzi alla dittatura del politicamente corretto a tutti i costi. E poi c’è un’altra Italia, che invece sceglie di restare in piedi. A testa alta. Finendo persino per beccarsi delle folli accuse di razzismo da parte degli accaniti sostenitori del regime del pensiero unico. 


Il riferimento è chiaro, ed è rivolto all’episodio accaduto la scorsa domenica durante l’incontro di calcio valevole per la fase a gironi di Euro 2020 che ha visto gli azzurri di Roberto Mancini opposti al Galles di Bale e Ramsey. Ebbene, dinnanzi alle pressanti richieste del mainstream che volevano gli azzurri postrati di fronte al conformismo ed ai piccoli dittatori del movimento Black Lives Matter, la metà dei calciatori della nazionale ha scelto di non inginocchiarsi. E la notizia è proprio questa, perché non era affatto scontato che dei giovani tra i venti e i trenta anni fossero in grado di mostrare cotanta fierezza di fronte al buonismo dilagante di chi gli consigliava di fare il contrario.

L’episodio andato in scena all’Olimpico di Roma è stata piuttosto piuttosto grottesco. Tutto pronto per il calcio d’inizio. L’Italia batte. Poi d’un tratto però l’arbitro interrompe il gioco, perché il Galles ha chiesto di compiere la sceneggiata conformista. A quel punto, alcuni giocatori italiani decidono di adeguarsi senza nemmeno pensarci troppo. Gli altri invece no. Restano in piedi. 


A non aver ceduto, è stato l’asse portante della nazionale italiana: Donnarumma, Bonucci, Jorginho e Verratti. Nessuno di loro si è inginocchiato. E poco importa se i soliti giornaloni, per tentare di dare uno schiaffo morale agli eroici anticonformisti azzurri, dichiarano che i migliori in campo sono stati i calciatori che hanno deciso di inginocchiarsi. 
A prescindere dal risultato finale e dai valori espressi in campo, domenica sera a vincere è stato l’orgoglio e la fierezza di chi ha deciso di restare in piedi. A testa alta

DI BARTOLO SALVATORE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: