Libia: Ministra degli Esteri rischia la vita perché troppo filo-occidentale

Che avrebbe incontrato parecchie difficoltà accettando la nomina a Ministro degli Esteri di un paese a fortissima vocazione islamica qual’è la Libia, Najla Mangoush lo sapeva bene già tre mesi fa, allorquando ebbe inizio il suo mandato. Ma probabilmente non si sarebbe mai aspettata che molto presto avrebbe addirittura dovuto sopravvivere a quella che ormai gli osservatori locali definiscono senza mezzi termini una vera e propria “guerra aperta” nei suoi confronti.

L’ostilità contro questa donna appena quarantenne, divorziata, madre di due bambine, laureata in Legge all’università di Bengasi e docente negli Usa è tale che, secondo fonti libiche, rischierebbe addirittura la vita.

Prova tangibile è, per ultimo, il blitz dello scorso venerdì sera di alcune milizie filoturche legate ai Fratelli Musulmani contro l’hotel Corinthia, nel cuore di Tripoli.
Un gruppo di uomini armati, ha tentato infatti di catturarla nel corso delle riunioni governative che si tengono proprio al Corinthia.

Vista come troppo filo-occidentale dal fronte islamico sostenuto da Erdogan, gli attacchi contro la donna erano iniziati già tre settimane fa, quando durante la sua visita a Roma si espresse in favore del ritiro di “tutti i mercenari e dei soldati stranieri dalla Libia”. La risposta turca non si fece attendere. “Noi siamo in Libia per difendere il governo legittimo. Nulla a che vedere con i mercenari”.
Nel frattempo, il gran muftì Sadiq Al Ghariani, esponente religioso libico di spicco, dal suo esilio turco non esitava a definire pubblicamente la ministra come “una persona cattiva, spregevole, al servizio del progetto sionista”.

Una guerra aperta quindi quella contro Najla Mangoush, la cui stessa vita è messa a repentaglio dall’intolleranza e dalla violenza delle milizie filoturche.

DI BARTOLO SALVATORE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: