Papa Ratzinger bacchetta Joe Biden sui diritti civili

Joseph Ratzinger bacchetta il presidente degli Stati Uniti d’America, il cattolico Joe Biden. Da un recente colloquio avuto da Benedetto XVI con Massimo Franco e Luciano Fontana, rispettivamente vaticanista e direttore del Corriere della Sera, emergono, infatti, alcune frecciate lanciate dal papa emerito al neopresidente americano, oggi alla guida di un Partito Democratico fortemente eterogeneo, sulle cui posizioni si è dovuto gradualmente modellare per potersi garantire la nomination presidenziale che ha preceduto la sua vittoria dello scorso mese di novembre avvenuta ai danni del presidente uscente Donald Trump. 
Nella suddetta intervista, Ratzinger si muove con la grande attenzione e la lucidità che da sempre lo contraddistinguono, adoperando la sua classica cautela, anche per evitare di dare sponda a chi vorrebbe usare la sua figura contro papa Bergoglio, ma pur sempre in maniera energica, specie sul fronte dei valori non negoziabili che ritiene la Chiesa cattolica debba tutelare. Ed è proprio su questo tema che Joe Biden viene bacchettato: “È vero – ha dichiarato Ratzinger parlando di Biden – è cattolico ed osservante, e personalmente è contro l’aborto. Ma come presidente, tende a presentarsi in continuità con la linea del Partito Democratico”. Linea che il Papa emerito sembra avere già largamente intuito, in particolar modo in merito ad alcune posizioni, tanto da arrivare ad affermare che: “il nuovo Presidente si è impegnato a perseguire determinate politiche che promuoverebbero i mali morali e minaccerebbero la vita e la dignità umana, soprattutto nelle aree dell’aborto, della contraccezione, del matrimonio e del genere”.

Parole dure, quindi, quelle pronunciate al Corriere da Ratzinger, che si conferma ancora una volta un autentico faro valoriale, religioso ed umano per centinaia di milioni di cattolici nel mondo, inclusi quelli statunitensi, lasciando intendere logico pensare che tali dichiarazioni daranno nuova linfa a future critiche a Biden avanzate sul terreno dei valori non negoziabili. Dichiarazioni, che potrebbero peraltro indurre lo stesso presidente americano a cercare un compromesso interno al partito per evitare che l’ala progressista si spinga troppo in là sul tema dei diritti civili ed al contempo scongiurare nuove imbarazzanti situazioni potenzialmente foriere di problemi politici. Contestare un pontefice emerito ed un teologo sopraffino della caratura di Joseph Ratzinger potrebbe rivelarsi impresa assai ardua, anche per l’uomo politico più influente del pianeta. 

DI BARTOLO SALVATORE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: